venerdì 3 giugno 2011

LASCIATO IN AUTO, CANE MUORE PER ASFISSIA. L'ENPA: «LE MACCHINE COME UN FORNO, ANCHE UN MINUTO È FATALE»



LASCIATO IN AUTO, CANE MUORE PER ASFISSIA. L'ENPA: «LE MACCHINE COME UN FORNO, ANCHE UN MINUTO È FATALE»

L'Ente Nazionale Protezione Animali si costituirà parte civile nel procedimento a carico di una donna che a Torino ha abbandonato il suo cane all'interno della propria autovettura esposta al sole, causandone la morte per asfissia. A rendere nota l'azione legale nei confronti della proprietaria dell'animale è Giovanni Pallotti, presidente della Sezione Enpa di Torino. «Purtroppo per il cane non c'è stato nulla da fare. E' stupefacente che, nonostante gli appelli, le campagne di informazione e sensibilizzazione - alcune delle quali promosse proprio dall'Enpa -, nonostante la grande attenzione dedicata dai media al benessere dei "nostri amici", si ripetano episodi del genere», ha dichiarato Pallotti. Lasciare un animale all'interno di un'autovettura, anche se per poco tempo e con i finestrini parzialmente abbassati equivale a una condanna a morte: un sol o minuto - spiega l'Enpa - è sufficiente per trasformare l'abitacolo in un vero e proprio forno con una temperatura che può raggiungere rapidamente i 70°. «Purtroppo - prosegue la Protezione Animali - sono molte le persone che continuano a sottovalutare questo gravissimo pericolo. Infatti ogni anno, con l'approssimarsi dei primi caldi, i nostri volontari ricevono numerose segnalazioni di questo tipo. A volte riescono ad intervenire per il rotto della cuffia, altre però non possono far altro che constatare il decesso dell'animale.» Nel caso in cui si dovesse uscire per fare delle commissioni - questo il suggerimento della Protezione Animali - meglio lasciare il proprio cane al fresco della sua cuccia, con una ciotola di acqua fresca sempre a disposizione. Se invece fosse indispensabile portarlo con sé, non lasciarlo all'interno dell'automobile. Del resto, rispetto al passato, i tempi sono cambiati e sono numerosi i pubblici esercizi che accettano "quattrozampe al seguito".

6 commenti:

  1. Ottimo post, è sempre bene ricordare certe regole indispensabili. Grazie per essere passata dal mio blog e per i gentili e graditi commenti.

    RispondiElimina
  2. inconcepibile!...ma io mi chiedo come possono certe persone prendere un cane se poi non sono in grado di fornirgli tutte le attenzioni che servono

    RispondiElimina
  3. non ho parole per queste deficiente

    RispondiElimina
  4. Purtroppo ultimamente le macchine sono diventate un forno crematorio non solo per i cani, ma anche per i bambini.... bisognerebbe inventare una specie di antifurto che si mette a suonare dopo qualche minuto che la macchina è chiusa con qualcuno dentro..spero che qualcuno ci pensi, così se per dimenticanza o per volontà accade una csa simile i passanti o un vigile possono sfondare il vetro...:) buona domenica

    RispondiElimina
  5. Ciao Elisa un grazie anche a te.
    Ciao Rita hai perfettamente ragione. Sai sembrano cose assurde, come si fa a dimenticare il proprio figlio in auto.....probabilmente è una vita troppo stressata.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  6. Ciao Simo
    piuttosto è meglio non prendere il cane se uno non sa come curarlo.
    Ciao Lu sai la mamma dei d è sempre incinta.
    Buona domenica.

    RispondiElimina

Rispondi