giovedì 14 dicembre 2017

Albero di Natale con filastrocca




Il pianeta degli alberi di Natale - Gianni Rodari

Dove sono i bambini che non hanno
l’albero di Natale
con la neve d’argento, i lumini
e i frutti di cioccolata?
presto, presto adunata, si va
sul Pianeta degli alberi di natale,
io so dove sta. Che strano, beato Pianeta…
Qui è Natale ogni giorno.
Ma guardatevi attorno:
gli alberi della foresta,
illuminati a festa,
sono carichi di doni.
Crescono sulle siepi i panettoni,
i platani del viale
sono platani di Natale.
Perfino l’ortica,
non punge mica,
ma tiene su ogni foglia
un campanello d’argento
che si dondola al vento.
In piazza c’è il mercato dei balocchi.
Un mercato coi fiocchi,
ad ogni banco lasceresti gli occhi.
E non si paga niente, tutto gratis.
Osservi, scegli, prendi e te ne vai.
Anzi, anzi, il padrone
Ti fa l’inchino e dice: “Grazie assai,
torni ancora domani, per favore:
per me sarà un onore…” Che belle le vetrine senza vetri!
Senza vetri, s’intende,
così ciascuno prende
quello che più gli piace: e non si passa
mica alla cassa, perché
la cassa non c’è. Un bel Pianeta davvero
Anche se qualcuno insiste
A dire che non esiste…
Ebbene, se non esiste, esisterà:
che differenza fa?


Con questo post partecipo a Ispirazioni & Co n.36 #alberi organizzato da Barbara e da Federica.















5 commenti:

  1. Bellissimo il tuo Will!
    E anche Gianni Rodari, adoro i suoi libri e le sue poesie.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. che belle foto, bau Will, bella anche la filastrocca, ciao Robby!

    RispondiElimina
  3. Ciao carissima :-)
    ero convinta di averti già lasciato un messaggio riguardo allo swap di Natale su un altro tuo post... ma evidentemente non è stato salvato perchè l'ho cercato ma non l'ho trovato :-(
    Comunque volevo avvisarti che mi è arrivato il tuo pacchetto: per ora non l'ho ancora aperto... ma non so se riuscirò ad aspettare fono a Natale!
    Tu tieni d'occhio il postino: ho spedito anch'io il mio pacchetto per te... dovrebbe arrivarti a breve.
    Baci baci

    RispondiElimina
  4. Beh, con Rodari non si sbaglia mai!

    RispondiElimina

Rispondi