mercoledì 23 aprile 2014

23 aprile Giornata del drago

Logo di Ele


Attraversando il sentiero delle leggende sull'altopiano del Salto - San Genesio (Bolzano) ho trovato anche una leggenda che parlava di un drago.
Il drago del castello Rafenstein
 
 
Il sentiero della Val Sarentino prima passava attraverso il Tschöggelberg (Monte Monzoccolo). Un giorno un corriere camminava per questo sentiero.
Mentre riposava ai piedi del castello di Rafenstein vide una bellissima donna. Lei lo salutò gentilmentee disse: „Tu sarai la mia fortuna se torni domani a mezzanotte. Apparirò nelle vesti di un drago. Se non avrai paura e mi abbraccerai tre volte io sarò salva e il castello con tutti i suoi tesori sarà tuo.“
Questa apparizione non usciva più dalla mente del corriere. Bussò alla porta del Convento dei Francescani e cercò un Padre devoto per un consiglio. Il Padre gli disse di farsi trovare al castello nell'ora stabilita per salvare la donna e gli diede un piccolo crocifisso benedetto contro gli spiriti cattivi. Il giorno dopo il ragazzo salì al castello e aspettò la mezzanotte. Appena il campanile di Bolzano suonò le dodici, nel castello risuonò uno strano frastuono. Un terribile drago apparve sputando fuoco. Il ragazzo, assalito dalla paura prese però il crocifisso in mano e abbracciò due volte la bestia. Prima del terzo abbraccio il povero ragazzo corse via urlando forte. Nello stesso momento il drago sparì.
Nelle mura del castello risuonò un lamento e un rumore come se oro e argento cadessero in un pozzo profondo.

Il ragazzo aveva perso la sua fortuna. Tornò a casa profondamente afflitto e la sua vita non era più la stessa.



Altra escursione che riguarda i draghi è stata quella dei boschi del Latemar sopra Predazzo (Trento). 





Con questo post partecipo alla giornata del drago 2014.

5 commenti:

  1. Bellissimo post! Conosco quelle zone (soprattutto Bolzano e dintorni), ma non avevo mai sentito la leggenda del corriere e del drago... mi è piaciuta molto. Molte favole parlano di incontri sovrannaturali che sconvolgono per sempre l'esistenza di chi le vive, trovo questo tema davvero affascinante.

    RispondiElimina
  2. Che Bei posti ... sembra di essere in un mondo incantato!!!
    Grazie di cuore dei tuoi graditissimi commenti che lasci nel mio blog ... un abbraccio ciao MiKy

    RispondiElimina
  3. Ci sono stata anch'io l'Estata scorsa !! Ho trascorso una settimana a Soraga in Val di Fassa e durante una delle gite con i miei suoceri (quando ancora tutto andava bene) abbiamo fatto questa passeggiata .. Bei tempi.. Ciao un abbraccio Monica

    RispondiElimina
  4. ciao
    si sono dei posti stupendi.

    RispondiElimina

Rispondi