mercoledì 8 maggio 2013

Ciao micia Felicilla

Il 02 maggio 2013 è andata sul Ponte Arcobaleno la micia Felicilla, la micia di Marina.

Ora Felicilla è sul Ponte Arcobaleno e  come ha detto Marina li sarà sicuramente insieme a Giordano  come nella foto.



Ecco la storia di Felicilla

Una Magia per  FELICILLA

Quando, in un  allevamento di gatti Maine Coon di Milano, nacque la Felicilla, dal lunghissimo manto tabby e argento, fu fatta gran  festa perché era una vera bellezza.La più bella e allegra della cucciolata.I Maine sono una razza naturale di fortissimi e grandi gatti di foresta, assolutamente spettacolari,molto amati dai Presidenti americani e infatti sono il Gatto Nazionale Americano.Carattere forte e dolce ma molto sensibile.
E quindi non  fece meraviglia se fu subito richiesta e  un signore di Roma salì a Nord a prenderla per darla in sposa il suo gatto Maine a nome Golden.
Io a quel tempo vivevo a Roma con una decina di gatti e nello stesso quartiere in cui era venuta a vivere Felicilla,occupandomi di acqueforti e scrivendo –come anche adesso-libri e articoli sul Gatto nella Cultura.
Ma ignoravo che forze magiche si erano messe in moto e avrebbero coinvolto la Felicilla e me...
Un giorno,infatti, provai uno strano e misterioso impulso ad andare dal mio vet per portargli Ambra, la mia siamese,per un controllo.Ora, io non sono una che è sempre in giro per  veterinari, sia perché ho molto da fare, sia perché i miei gatti, a parte le vaccinazioni, di solito muoiono di vecchiaia. Ma quel giorno sentivo che DOVEVO andare...eppure Ambra non aveva nessun problema!Una cosa stranissima, che non mi era mai capitata.Ma non sapevo  che la Magia si era già messa in moto...
E dunque, andai.Il mio vet è uno che spesso mi dice che ho troppi gatti, che possono esserci liti, contagio di malattie fra loro...e dunque di non prenderne altri...ma stavolta mi disse:-Signora, prenda lei la Felicilla, o morirà.-
Risultò che il proprietario della Felicilla era un suo cliente, che la gatta aveva fatto 5splendidi cuccioli, che lei e il Golden erano stati una coppia felice ma che a un tratto il Golden era morto di collasso renale e da allora il tipo aveva preso in odio la sposa gatta fino a temere di ucciderla.E questo perché il suo gatto adorato era morto e invece lei, comperata per dargli una sposa e solo per quello, era viva...era lei che avrebbe dovuto morire!Così aveva detto al vet di darla via perché non si fidava più di se stesso...e già aveva cominciato a maltrattarla.
Ora, chiunque conosce i poteri felini può forse dubitare che la Felicilla abbia mandato un disperato appello al suo vet?E di conseguenza che lo abbia mandato anche a me,obbligandomi quasi ad andare proprio allora dal vet benché non ne avessi bisogno?Certo che no!Era la magia felina!
Non dubitai un attimo di prendere la poveretta, come avrei potuto dormire la notte sapendo tutto questo?Pure  l’ impresa era difficile,avevo dieci gatti, la gatta aveva quattro anni ed era in stato di shock, l’ odio che sentiva continuamente su di sé l’aveva distrutta,incattivita.
Così con mio marito, che ora purtroppo non c’ è più, andammo in casa di quell’ uomo...casa di lusso ma una specie di antro buio, lui un tipo alto, calvo, di una quarantina d’ anni,cupo, silenzioso.Su un tavolo in una teca le ceneri del suo gatto, che aveva mandato a cremare a Milano, con lumi attorno.Vi sostò in silenzio,poi accennò alla Felicilla che con gli occhi sbarrati stava accoccolata in un angolo.
-E’ là- disse-portatela via-
Arrivata a casa  e liberata in una stanza, essa corse dietro un divano di dove non si mosse più. Completamente sotto shock, tutto l’ odio di lui era dentro di lei e la faceva impazzire.Se mi accostavo troppo ringhiava, la pupilla enorme.
Mi dissero di darle dei tranquillanti, ma io sapevo cosa ci voleva...solo l’ amore, che dissipasse piano piano tutto quell’ odio accumulato.
Così cominciai a parlarle dolcemente , mandandole onde su onde di amore ...finché dopo dieci giorni allungò il nasino a toccare la mia mano.
Da quel momento tutto cambiò!il percorso fu facile...essa  divenne la mia ombra ,rivelandosi di una dolcezza commovente, fece amicizia con gli altri gatti, mi regalò altri bellissimi cuccioli,fu ospite in tv e in trasmissione con Giletti, vinse il premio gatto dell’ Estate,  e ora è la decana della casa, vivendo serenamente una splendida vecchiaia.
Perché l’ amore, ricordate...vince ogni cosa!

Marina Alberghini.


Un grande abbraccio a Marina e grazie per avermi dato il permesso di mettere la foto e di pubblicare la storia di Felicilla.

Marina è anche una brava scrittrice. Ho letto dei suoi libri e li ho trovati belli, interessanti e anche istruttivi. 




Ricordo anche il libro di Giordano Alberghini 





11 commenti:

  1. Ogni gatto è un essere speciale.
    Sinceramente non ho capito perchè quell'uomo ha cominciato ad odiarla invece di amarla ancora di più. E' stato molto egoista, e non è questo che impariamo dagli animali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao
      certi uomini sono strani e secondo me perchè nell'uomo c'è l'egoismo che scavalca l'amore. Negli animali no, esiste solo l'amore.

      Elimina
  2. Piccola Felicilla oggi in cielo un'altra stella brilla, quella stella sei tu. Buon viaggio gattina!!
    un saluto

    RispondiElimina
  3. Che carina Felicilla...e come è commovente questa storia...
    è vero gli animali sono esseri speciali e ci regalano tantissimo amore....la vita con un cucciolotto a fianco ci rende più buoni e migliori..ci danno così tanto amore..ci cambiano profondamente che anche quando non ci sono più il loro amore rimane con noi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Seleny gli amici a 4 zampe sono pieni d'amore.

      Elimina
  4. Che bella e commovente storia... l'amore vince sempre, e gli animali c'insegnano sempre moltissimo!
    Ciao Robby, buona serata

    RispondiElimina
  5. Che bella storia. ..auguro a Felicilla un paradiso di amore.un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao
    grazie per i vostri commenti. Questo racconto vero mi ha molto emozionato e commosso. Però bisogna sempre ricordare che l'amore vince.

    RispondiElimina

Rispondi