lunedì 8 novembre 2010

Memorie di un cane randagio


Se pensate che questa sia la storia di una "vita da cani" vi sbagliate di grosso. La randagia Squirrel è una cagnetta tosta, non ha mai perso tempo ad autocommiserarsi. Ma la sua non è una vita semplice. Separata ancora cucciola dall'adorato fratello Bone, Squirrel ha dovuto imparare a cavarsela. Vagabonda e spesso sola, stagione dopo stagione, sulla sua strada incontra uomini e altri cani, amici e nemici. Ognuno lascia una traccia in lei, a volte una vera e propria cicatrice. E, come sempre, sono le ferite interiori quelle più difficili da guarire. Delusa dall'uomo e dalla sua ipocrisia, convinta ormai di bastare a se stessa, Squirrel scopre però che la rinconciliazione con il genere umano è possibile, anzi, necessaria. Perchè la vita è piena solo quando è condivisa.

Questa è la storia di Squirrel, raccontata con le sue parole: per i bambini un'avventura appassionante, per gli adulti un originale punto di vista sul comportamento umano.


"Ho conosciuto cani a cui davano cibi raffinati, viziati a forza di cucce soffici, carne macinata, pollo, e perfino bistecche. Ho visto cani fissare con occhi speranzosi il caldo riparo di una casa e non venire neanche invitati a entrare; cani che dormivano qualche giorno in un garage, in un capanno o sotto una carriola, e poi si rimettevano in marcia. Ho conosciuto cani che hanno sperimentato la crudeltà degli uomini e altri ai quali è stata riservata la più gentile delle carezze. Ho conosciuto bene tutti questi cani, perchè sono stata ognuno di loro".


Libro che mi è piaciuto molto. Libro che mi ha toccato il cuore.

4 commenti:

  1. mi ha incuriosito moltissimo!

    RispondiElimina
  2. un libro da non perdere...ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao Roby! Che bello il pezzo che hai scritto,deve essere bellissimo il libro!Un bacione ciao! Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Ciao si per me è super bello.
    Un libro che mi ha fatto emozionare.
    Buon pomeriggio Gabe, Rita,Sofia.
    E' stato leggendo quello che ho scritto che mi ha fatto invogliare a comperare il libro.

    RispondiElimina

Rispondi